God bless Sky.

In queste serate invernali glaciali abbiamo un pò rinunciato alla ‘Firenze da bere’, sostituendo piazza Strozzi con un più rassicurante divano MASTAD di Ikea. Ha la chaise-longue laterale e può diventare anche divano letto, ma non uno di quelli tristi col materasso tipo sottiletta, alto come un futon. E’ un divano letto serio. Fatto sta che da quando l’abbiamo montato è sempre rimasto aperto. Tipo portaerei. Da un pò di tempo, il nostro canale preferito è Real Time. E’ un contenitore magnifico, si spazia da “Paint Your Life” dove la ormai nostra amica Barbara, ci insegna a trasformare qualunque oggetto in qualcosa di accattivante e trendy. Una sorta di MacGyver dell’arredamento, “Cortesie per gli ospiti”, nel quale tre giudici vengono invitati a cena da due sfidanti, uno dei quali si aggiudicherà la puntata. Questi vengono appunto valutati dalla deliziosa Chiara Tonelli, architetto e interior designer, incaricata di valutare le case dove si svolgono le cene, il fantastico Roberto Ruspoli, esperto di buone maniere che, in tutte le puntate, ripete ossessivamente di evitare di dire “Piacere” quando si è presentati ad una persona ma, probabilmente, gli sfidanti preferiscono partecipare alla trasmissione piuttosto che guardarla, visto che si presentano regolarmente così, e il simpaticissimo chef Alessandro Borghese, vero e proprio re di Real Time, in quanto conduce altre trasmissioni culinarie tra cui “Fuori menu” e “Cuoco gentiluomo”. Da notare la pubblicità proprio di “La mattina in cucina” che vede il nostro Alessandro mentre si reca in cucina ed inizia a impastare, munito di vestaglia da tombeur de femmes: la voce fuori campo recita “Per tutti quelli a cui piace farlo la mattina” e il nostro cuoco completa con “Cucinare eh!”. Fantastico. Abbiamo poi  “Ma come ti vesti?!” con Carla Gozzi ed Enzo Miccio che hanno il compito di esorcizzare la mente di poveri individui, sprovvisti di buon gusto nel vestire.
Insomma, una varietà di programmi incentrati sull’interazione tra pubblico e personaggio tv. Forse un pò canzonatorio nei confronti di noi comuni mortali, ma divertente e dissacrante. Soprattutto sempre meglio di ciò che mandano in onda nella tv di stato. God bless Sky.

, , , , , , , , , ,

  1. #1 by Rano on February 1, 2011 - 12:06 pm

    Quello senz’altro! La roba che danno sulle nostre reti nazionali fanno a dir poco orrore. Non so come faccia la gente a mettersi ancora lì la sera o il pomeriggio a vedere la tv.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: